Solidarietà a Conti: fa il suo dovere, l’Amministrazione se ne faccia una ragione

30 marzo 2016

Pietrasanta, 30 marzo 2016

Il Partito Democratico di Pietrasanta esprime ferma condanna delle offese gratuite rivolte dal Sindaco di Pietrasanta, a mezzo stampa, al nostro Consigliere Nicola Conti e delle affermazioni a lui dirette a margine del Consiglio Comunale di ieri.
La nostra piena solidarietà a Nicola Conti, che alla sua prima esperienza da consigliere, prova a svolgere al meglio il suo compito: non apre la bocca a vanvera, si informa, si confronta, parla con atti e documenti alla mano.
Forse è proprio questo: all’Amministrazione di centrodestra dà fastidio quando i consiglieri di minoranza fanno il loro dovere, magari proponendo soluzioni diverse o dando voce a coloro che la pensano diversamente dal sindaco (vedi, ad esempio, la protesta di alcuni concessionari di stabilimenti balneari sulla gestione del lavarone).
Se il sindaco e i suoi sono davvero così bravi Leggi il seguito di questo post »

Un diritto conquistato dalle donne è una conquista di tutti

8 marzo 2016

Pietrasanta, 8 marzo 2016

Risulta sempre difficile scrivere qualcosa per celebrare in modo degno l’8 marzo. Perché la Giornata Internazionale della Donna non è un giorno qualunque e si corre sempre il rischio di scrivere banalità, cose scontate, scadere nei soliti cliché, oppure, bene che vada, riportare e condividere quanto detto da altri, perché hanno trovato le parole giuste e sono stati più bravi di te a esprimere quanto avevi in mente.
Ma nonostante questo, non voglio sottrarmi al compito e condivido la seguente riflessione.

diritti%20donne%20grande

Tutti gli anni sui social network rimbalzano notizie più o meno leggendarie, talvolta maldestramente riportate anche da alcuni mass media, sull’origine della giornata di celebrazione delle donne e sul perché proprio l’8 marzo, tanto che, invece che di una cosa seria, sembra quasi di parlare di Babbo Natale. Forse, più che rivolgersi al passato, indagare sulla sua genesi e ricordare le conquiste già avvenute, sarebbe opportuno guardare avanti per comprendere il perché, nel 2016, abbia ancora un senso celebrare la Giornata Internazionale della Donna. Infatti, molta strada è stata percorsa, ma tanta ancora ne rimane da fare e non riguarda solo la cosiddetta altra metà del cielo, ma tutta la società.
La lotta per l’emancipazione della donna va di pari passo con quella per la conquista di diritti per un sempre maggior numero di individui. Non saremo mai una società più giusta fino a quando ci sarà anche una sola donna che non avrà ottenuto gli stessi diritti degli uomini, fino a quando non sarà raggiunta una piena uguaglianza di genere, intesa come “essere messi nelle stesse identiche condizioni” per poter competere ad un posto di lavoro, avere pari retribuzione, non essere costretta a scegliere fra lavoro e famiglia, avere la libertà di passeggiare senza essere importunata o molestata con il pretesto di un abbigliamento o un trucco giudicato (ma da chi?) “troppo provocante”; o ancora, in tante parti di questo pianeta, avere la possibilità di studiare, di essere padrona del proprio corpo, di esprimere se stessa in tutti gli aspetti del vivere quotidiano, di cantare, di guidare, di votare… In poche parole, di essere libera di autodeterminarsi e scegliere il proprio destino.
Per tutti questi motivi è ancora giusto, opportuno, doveroso celebrare l’8 marzo. E lo dobbiamo fare tutti insieme, uomini e donne. Ogni anno deve essere come una tappa di una gara ciclistica, in cui si sarà fatta un po’ di strada in più, con la consapevolezza dei traguardi raggiunti e l’obiettivo puntato verso altri più grandi che ci aspettano. Perché un diritto conquistato dalle donne è una conquista per l’intera società.

Antonio Orsucci
Segretario comunale PD Pietrasanta

8 marzo: celebriamo le conquiste delle donne, pronti a nuove sfide

8 marzo 2016

Pietrasanta, 8 marzo 2016

La Giornata Internazionale della Donna è un’occasione importante per ricordare in tutto il mondo le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, e per rinnovare l’impegno contro le discriminazioni e le violenze. Nel 2016, in Italia, alle celebrazioni dell’8 marzo si unisce un’altra ricorrenza storica: il 70° anniversario del primo voto delle donne, avvenuto alle elezioni amministrative del 1946. Da allora i passi in avanti verso le pari opportunità sono stati molteplici.

votodonne700

Nel 1960 si decide l’eliminazione dai contratti collettivi nazionali di lavoro delle tabelle remunerative differenti per gli uomini e le donne. Nel 1970, dopo molte lotte e polemiche, viene approvata la legge sul divorzio. Nel 1971 la legge 1204 istituisce la tutela delle lavoratrici madri vietando, ad esempio, il licenziamento durante la gravidanza e assicurando il mantenimento del posto di lavoro al termine del periodo previsto per la maternità.
Nel 1975 viene varata la riforma del diritto di famiglia che introduce Leggi il seguito di questo post »

Donazione degli organi: “Una scelta in Comune”

1 marzo 2016

Pietrasanta, 1 marzo 2016

Il Partito Democratico di Pietrasanta ha dato mandato ai propri Consiglieri di protocollare un Ordine del Giorno, da presentare nella prossima seduta del Consiglio Comunale, per la realizzazione del progetto denominato “Una Scelta in Comune”. L’obiettivo di un tale provvedimento è quello di permettere al cittadino di rendere esplicita la propria volontà in merito alla donazione di organi e tessuti, registrando il proprio assenso all’atto del rilascio/rinnovo della carta d’identità e di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento, promuovendo e sostenendo presso la nostra comunità specifici percorsi di diffusione della cultura della donazione.

EDDO_Papa

Ogni anno in Italia si effettuano circa 3.000 trapianti, ma, nonostante il numero di donatori stia crescendo, le liste di attesa restano spesso lunghe, per cui, allo stato attuale, non è possibile assicurare Leggi il seguito di questo post »

Parcheggi a Pietrasanta: non sono tutte rose e fiori.

10 febbraio 2016

Le nostre proposte. Nei prossimi giorni lanceremo un questionario rivolto a residenti e categorie

Pietrasanta, 10 febbraio 2016

Ieri sera, martedì 9 febbraio, si è tenuto l’incontro pubblico organizzato dal PD Pietrasanta rivolto ai residenti e ai commercianti del Centro Storico. È stata l’occasione per presentare ai cittadini alcune nostre proposte, confrontarsi, dialogare e raccogliere così ulteriori idee che potremo fare nostre e portare all’attenzione del Consiglio Comunale.
Dialogo e confronto che i cittadini hanno lamentato di non avere con l’attuale Amministrazione, che fino ad oggi si è limitata ad incontri con rappresentanti di associazioni di residenti e categorie, ma non pubblici e aperti ad una più ampia partecipazione.
P Pietrasanta2
Fra le proposte che abbiamo fatto: l’introduzione della sosta di cortesia per 30 minuti al parcheggio del Mercato Comunale, da estendere anche a Piazza della Repubblica, Piazza Matteotti e Piazza Statuto; in queste ultime consentire la sosta gratuita 24h ai residenti; il raddoppio del parcheggio della Pesa, sopraelevabile subito, senza attendere Varianti urbanistiche e realizzabile in tempi brevi; inoltre, se il Comune può permettersi di spendere 40 mila euro, anziché investirli in un’inutile, a nostro avviso, bus navetta, che li usi per acquisire in affitto aree private attigue al Centro da destinare a parcheggio. Leggi il seguito di questo post »

Bilancio di Previsione: un “pacco” senza regalo

23 dicembre 2015

Pietrasanta, 23 dicembre 2015

Una volta studiati i documenti, il bilancio 2016 che l’Amministrazione Comunale vuole “regalare” ai cittadini la vigilia di Natale si è rivelato un pacco vuoto e fatto male: nero su bianco negli atti ufficiali.
Il bilancio, fatto in fretta e furia, non tiene conto infatti delle ultime normative: questo significa che nelle prossime settimane si dovranno approvare variazioni di bilancio, evitabili se le cose fossero fatte con la dovuta accortezza. E tutto questo perché il Sindaco ha prenotato da tempo le vacanze, nel segno del poco rispetto non solo per le istituzioni ma soprattutto per i cittadini.

untitled

Il fatto di puntare molto sull’approvazione del bilancio entro il 31/12 (cosa che, se fatta il 5 di gennaio, rispettando i tempi regolamentari, sarebbe assolutamente indifferente per i cittadini di Pietrasanta, anzi, ci sarebbe più tempo per studiare attentamente e professionalmente le strategie da adottare), Leggi il seguito di questo post »

Vogliamo una Pietrasanta vetrina delle proprie eccellenze

14 dicembre 2015

Occorre promuovere l’innovazione, ma valorizzando la nostra identità

Pietrasanta, 14 dicembre 2015

Tralasciando qualsiasi giudizio di carattere estetico, e qualitativo sulle opere esposte, ci chiediamo quale ritorno riceverà Pietrasanta dalla mostra #Gabbia_No ospitata in Piazza Duomo e Sant’Agostino. Certo, l’autore deve ancora dimostrare tutto il suo valore come artista, ma è personaggio di richiamo, noto presentatore e showman e la curiosità per la sua esposizione probabilmente attirerà gente e farà parlare di Pietrasanta. Ma per una città a vocazione artistica e nota per la ormai secolare produzione artigiana, è lecito chiedersi se tutto ciò sia sufficiente.

Opere%20esposte%20in%20Piazza%20Duomo%20[2]

Se ci si chiude nel ruolo di mera vetrina di opere d’arte prodotte altrove, Pietrasanta perderà definitivamente la sua natura; continuerà ad essere viva e vitale se saprà valorizzare la sua identità. Leggi il seguito di questo post »

Parcheggi a pagamento: non vogliamo una città fantasma

14 dicembre 2015

Pietrasanta, 12 dicembre 2015

Dopo la sbornia di notizie legate agli scivoloni propagandistici ed alle sorti giudiziarie del Sindaco, ai vergognosi polli di cartapesta, cerchiamo di parlare di cose serie che incidono sostanzialmente sulla vita quotidiana dei pietrasantini.
La politica messa in atto dall’attuale Amministrazione sui parcheggi nel centro cittadino è priva di logica, dimostra nessun interesse per i residenti del centro storico, per i commercianti e per tutti i frequentatori della città.

Città fantasma

Anche se in questo periodo ci siamo sforzati di comprendere i motivi dell’estensione del parcheggio a pagamento sia di giorno che di notte, o della riduzione dei posti per i residenti, continuiamo a non capire i motivi di tali scelte. L’unica spiegazione appare legata solo all’esigenza di far cassa: ma vallo a spiegare a chi ne paga le conseguenze soprattutto in termini di “mani nel portafoglio”.
La città non è solo dei turisti ma anche e soprattutto dei cittadini: per i servizi, Leggi il seguito di questo post »

Le sentenze passano, il malgoverno resta

10 dicembre 2015

Pietrasanta, 10 dicembre 2015

Tanto tuonò che piovve. La Corte di Appello ha dichiarato prescritti i tre reati per cui l’attuale sindaco di Pietrasanta era stato condannato in primo grado: abuso d’ufficio, violenza privata e corruzione impropria. Rispettiamo la sentenza, ma, anche se siamo stanchi di ripeterlo e non cambia la sostanza delle cose, ci teniamo a ribadire che la prescrizione non è un’assoluzione.
Adesso non resta che attendere se davvero Mallegni deciderà di andare in Cassazione rinunciando alla prescrizione, cosa che, a quanto pare fin’ora non ha fatto, nonostante le dichiarazioni altisonanti sbandierate ai quattro venti. Nel caso ci ripensasse, apprezzeremmo la sua coerenza.
Detto questo, non vogliamo che questa sentenza divenga l’ennesimo argomento di distrazione di massa. Non è nostra intenzione fare politica con questi argomenti, Leggi il seguito di questo post »

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio: qualche volta pure la faccia.

8 dicembre 2015

Pietrasanta, 7 dicembre 2015

Ieri all’ Arena di Giletti, Mallegni ha fatto davvero una brutta figura, come dimostra l’affannoso comunicato scritto dall’addetto stampa del Comune e firmato dai consiglieri di maggioranza, nel tardo pomeriggio. Comunicato che, mistificando la realtà, vuole spostare il tiro sulle frasi di una mamma che ha espresso la propria opinione. Ma si sa: questa maggioranza non accetta le opinioni diverse dalle proprie, non è possibile disturbare il Podestà impegnato a promuovere il proprio ego.
I momenti imbarazzanti sono stati diversi: da quando si è spacciato per conoscitore del Corano a quando si è lasciato andare al battibecco provinciale su quello che ha fatto, a quando è stata messa in onda la registrazione del Consiglio Comunale in cui minaccia la coordinatrice dei nidi, con linguaggio violento e volgare. E tutto in diretta nazionale. Roba da vergognarsi per lui. Leggi il seguito di questo post »